Posted on: 20 Novembre 2020 Posted by: Apito & Scana Comments: 0
telefono erotico

Sesso e Coronavirus sono, ahimè, in grande disaccordo. Confinati tra le mura domestiche, senza la possibilità di potersi incontrare, gli uomini e le donne del nostro tempo stanno amaramente riscoprendo l’astinenza sessuale.

Tra innamorati separati a causa del social distancing e coppie conviventi attanagliati dai problemi che il virus porta con sé, il sesso è diventato una sfida.

Le pulsioni sessuali degli italiani – e non solo – vengono quindi riflesse sul web, che si è trasformato nella sola dimensione in cui l’incontro non è proibito.

Il boom registrato da app di incontri e siti erotici è davvero impressionante: in Europa gli esperti hanno potuto registrare un incremento di circa il 20%, e in Italia del 24.

Come stanno vivendo quindi gli italiani la loro sessualità? In quali altri modo è possibile declinare lo stimolo sessuale ai tempi del Coronavirus?

Proviamo a scoprire di più.

Sesso e Coronavirus: l’importanza della linea erotica

Con l’incontro-scontro tra sesso e Coronavirus – e tutte le conseguenze che questo ha portato – gli italiani hanno rispolverato mezzi più o meno antichi per coniugare la propria passione sessuale.

Molto preziosi – a tal proposito – sono stati i siti di linee erotiche per i single (il più famoso è senza ombra di dubbio Telefono Erotico Vip), che hanno potuto così cercare un po’ di compagnia al telefono e trarre beneficio dalla fantasia.

I siti di telefono erotico hanno riscontrato, durante la quarantena, un grandissimo successo. Tanti altri però i mezzi che si sono riadattati per fronteggiare il social distancing.

Scopriamo quali.

Sesso in quarantena: il boom dei siti porno

Sono stati in molti a beneficiare dei siti porno negli ultimi tempi. Generalmente si tende a credere che i visitatori principali di siti hard siano di genere maschile. Una recente ricerca sul tema, però, ha rivelato che non è così. Nella settimana centrale di marzo, infatti, PornHub ha registrato un significativo aumento di visite femminili (circa il 36%) rispetto alla media quotidiana.

Secondo gli psicologi, che non si sono detti sorpresi però, le donne guarderebbero i porno con scopi diversi, e cioè per apprendere e capire meglio il sesso. Fa molto riflettere, ad ogni modo, il fatto che tale incremento si sia verificato proprio nel momento più difficile di questo assurdo anno di distanze forzate.

Sesso e Coronavirus: anche le app di incontri si adeguano

I reazionari e gli amanti della tradizione avevano forse sperato che questa quarantena fosse l’occasione giusta per vedere crollare l’impero delle dating app. In realtà, però, le app di incontri hanno imparato, con astuzia, a reinventarsi davanti alla crisi. Sono stati gli utenti, probabilmente, ad iniziare e ad utilizzarle intuitivamente per la ricerca di partner virtuali: oggi, infatti, le piattaforme digitali vengono prese in considerazione soprattutto per la pratica del sexting.

Se il sesso è diventata una sfida, però, il Coronavirus non ha ucciso il romanticismo. Sono molte le persone che si servono di Tinder per prendersi il tempo di conoscere meglio le persone, intraprendendo lunghissime conversazioni online.

Leave a Comment