REGIONE TOSCANA
FABRICA ETHICA
TOSCANA PROMOZIONE
ARPAT
CONFAPI
Provincie Toscane
Firenze
Arezzo
Pisa
Livorno
Massa Carrara
Siena
Prato
Grosseto
Lucca
Pistoia
Area riservata
Login
Password

iscrizione newsletter

 

Nome e Cognome:

 
 

Indirizzo e-mail:

 
 

In qualità di:

 
 

Settore di attività:

 
 
home chi siamo struttura servizi intranet link

 

Strategie

       
circolari comunicati stampa news archivio


IL PRESIDENTE DELL'ANCI REGIONALE: IL FEDERALISMO FISCALE ESIGENZA IRRINUNCIABILE
L'attuazione del federalismo fiscale è diventata oramai un'esigenza irrinunciabile, questo messaggio è emerso chiaramente in occasione della seduta congiunta delle autonomie locali tenutasi a Firenze lo scorso febbraio. Leonardo Domenici, presidente dell'Anci (associazione nazionale comuni italiani) ha espresso serie preoccupazioni per la diminuzione del fondo per le politiche sociali da 1.716 a 1.657 milioni di euro. ?Non è più sostenibile la riduzione dei trasferimenti e contemporaneamente il blocco dell?autonomia finanziaria ? secondo Domenici ? e servono interventi concertati e concordati, rispettando il principio della collaborazione istituzionale?.
Perplessità e preoccupazioni sono state manifestate anche da Gianfranco Simoncini, presidente regionale dell?Anci, che considera i ritardi nell?attuazione del nuovo articolo 119 della Costituzione, in particolare per quel che riguarda l?autonomia finanziaria di Regioni ed enti locali, un ostacolo per la sostenibilità dei conti. Per Claudio Frontera, rappresentante dell?Unione delle Province toscane, è importante evitare l?insorgere di conflittualità fra i diversi livelli istituzionali. Mentre il vicepresidente di Uncem toscana, Oreste Giurlani, ha sottolineato le difficoltà riscontrate dagli enti locali nel chiudere i bilanci 2004.
Secondo Giuliana Baudone, consigliera regionale di An, ?per l?attuazione del federalismo è necessario costruire un percorso virtuoso di collaborazione tra governo e realtà locali, senza interessi di parte?. ?Servono equilibrio, grande responsabilità e senso delle istituzioni ? ha detto Maurizio Dinelli, consigliere regionale di Fi ? affinché il federalismo sia realizzato e al suo interno si ridisegni la competenza delle Regioni in materia finanziaria e fiscale?. Il consigliere regionale dell?Udc, Marco Carraresi, ha invece messo l?accento sulla ?valenza politica e sociale del federalismo ed in particolare del federalismo fiscale?. Secondo Carraresi occorre ?tenere ben fermo sullo sfondo il valore dell?unità nazionale e il fatto che, nel momento in cui si vanno ad operare certe scelte, bisogna rispondere ai cittadini. È importante tenere presente i valori della sussidiarietà e della solidarietà. Pieraldo Ciucchi, capogruppo regionale dello Sdi, sostiene che a livello nazionale la riforma ?è continuamente messa in discussione da una sorta di controriforma, da molteplici ritardi e slittamenti nelle scadenze, da un sostanziale immobilismo della maggioranza di Governo?. Infine per il capogruppo Ds in consiglio regionale, Paolo Cocchi, ?il dato politico più allarmante è che nel nostro paese la stagione riformatrice della pubblica amministrazione si è arenata. È mancato, da parte dell?attuale Governo, un disegno di riforma costituzionale in grado di proseguire gli sforzi compiuti negli anni passati, che hanno visto un graduale decentramento di poteri e responsabilità verso le realtà locali, anche grazie alla riforma del Titolo V della Costituzione?.

Api Provinciali



- api Arezzo
- api Firenze
- api Livorno
- api Massa Carrara
- api Pisa
- api Siena

Eventi


Strutture



- ANIEM
- COFIR
- ENTE Bilaterale
- APIFINSER
- SHOWROOM
- Imprenditoria Femminile
- Giovani Imprenditori

Unioni di Categ.



- UNIONMECCANICA
- UNITAL
- UNIONCHIMICA
- UNIONSERVIZI
- UNIGEC
- UNIONTESSILE
- UNIONALIMENTARI
- UNIMATICA
- FAI
- COLLEGIO EDILE TOSCANO