REGIONE TOSCANA
APET
ARPAT
CONFAPI
Provincie Toscane
Firenze
Arezzo
Pisa
Livorno
Massa Carrara
Siena
Prato
Grosseto
Lucca
Pistoia
Area riservata
Login
Password

associati

 

Nome e Cognome:

 
 

Indirizzo e-mail:

 
 

Scrivi il tuo messaggio:

 
 
home chi siamo struttura servizi intranet link

 

Strategie

       
circolari comunicati stampa news archivio


Intervento Dr. Marco Montemagni – Assessore Regionale Finanze e Bilancio: “SVILUPPIAMO LE INFRASTRUTTURE E FAVORIAMO L’ACCESSO AL CREDITO ….”
Intervento Dr. Marco Montemagni – Assessore Regionale Finanze e Bilancio:
“SVILUPPIAMO LE INFRASTRUTTURE E FAVORIAMO L’ACCESSO AL CREDITO ….”

L’assessore Montemagni spiega la ricetta della Regione per le Pmi di fronte alla globalizzazione

L’Assessore Montemagni ha aperto il suo intervento portando il saluto all’Assemblea del Presidente della Giunta Regionale Claudio Martini.
Operare sulle condizioni al “contorno”, dell’agire delle imprese: privilegiando interventi infrastrutturali per lo sviluppo locale e stimolando processi di innovazione in grado di far crescere l’impresa, l’imprenditore e la sua capacità di creare lavoro ed occupazione. Ma anche sostegni per l’accesso al credito, ridisegnando in vista delle nuove regole di Basilea 2 il sistema delle garanzie, da sussidiarie a “primo rischio”, e degli incentivi creando un sistema a rete in cui Fidi Toscana assuma progressivamente la centralità». E’ la ricetta della Regione Toscana di fronte alle sfide della globalizzazione per le piccole e medie imprese, che l’assessore al bilancio, alle finanze e alla programmazione Marco Montemagni ha spiegato stamani alla nostra assemblea Toscana, tenutasi a San Domenico di Fiesole. Era presente, per la giunta regionale, anche l’assessore alla attività produttive Ambrogio Brenna.
Montemagni ha ricordato gli oltre due miliardi di euro che da qui al 2005 saranno impiegati nel programma straordinario triennale di investimenti strategici, il più consistente intervento finanziario da quando la Regione nel 1970 è nata: interesserà strade, poli espositivi, il potenziamento delle infrastrutture telematiche, le strutture sanitarie, sociali e culturali. Ma l’assessore ha fatto cenno anche agli interventi finanziati con i fondi Cipe e con il Docup. Infine ha parlato di tributi, di federalismo e di autonomia fiscale. “La Toscana – ha sottolineato – è pronta ad assumere le competenze esclusive e concorrenti affidategli dalla Costituzione: per ambiente e beni culturali abbiamo già due progetti di autonomia speciale”. “La Toscana – ha aggiunto – sta anche predisponendo proposte per il coordinamento del sistema tributario della Regione e degli enti locali”. La questione dell’imposta sulle attività produttive che il governo vorrebbe cancellare è complessa.“Per superare l’Irap, come ha detto lo stesso ministro Tremonti – ha ricordato l’assessore - occorre trovare qualcosa che la sostituisca a sostegno della spesa sanitaria: quindi un tributo stabile e diffuso, certamente di non facile individuazione. L’Irap, in generale, ha pesato meno sulle imprese rispetto ai tributi cancellati. E’ vero però che ha pesato di più sui soggetti che non pagavano l’Ilor. Mi sembra giusto dunque pensare ad una revisione che risolva anche il problema della non deducibilità”. Infine un accenno alle tasse “ambientali a costo zero” ipotizzate nel Dpef regionale 2004 e alla tassa di scopo. “Le prime – spiega Montemagni – dovranno servire a cercare di spostare il sistema produttivo verso produzioni meno inquinanti, favorendo i settori e le imprese che hanno un minor impatto sull’ambiente. Quanto alla tassa di scopo, non deve essere vista come un nuovo balzello ma come uno strumento in più delle comunità: limitata nel tempo e con destinazioni ad hoc. Di certo non potrà essere utilizzata per ripianare i bilanci degli enti locali”.
“Su questi temi – ha concluso l’assessore - ci sarà una specifica concertazione sulla base di una proposta concreta. La concertazione è per la Regione Toscana, lo ribadisco, una questione strategica. Grave è stato l’errore compiuto dal governo Berlusconi che a livello nazionale ha completamente cancellato il metodo concertativo”.

Api Provinciali



- api Arezzo
- api Firenze
- api Livorno
- api Massa Carrara
- api Pisa
- api Siena

Strutture



- ANIEM
- COFIR
- ENTE Bilaterale
- APIFINSER
- SHOWROOM
- Imprenditoria Femminile
- Giovani Imprenditori

Unioni di Categ.



- UNIONMECCANICA
- UNITAL
- UNIONCHIMICA
- UNIONSERVIZI
- UNIGEC
- UNIONTESSILE
- UNIONALIMENTARI
- UNIMATICA
- FAI
- COLLEGIO EDILE TOSCANO

Incontri