REGIONE TOSCANA
APET
ARPAT
CONFAPI
Provincie Toscane
Firenze
Arezzo
Pisa
Livorno
Massa Carrara
Siena
Prato
Grosseto
Lucca
Pistoia
Area riservata
Login
Password

associati

 

Nome e Cognome:

 
 

Indirizzo e-mail:

 
 

Scrivi il tuo messaggio:

 
 
home chi siamo struttura servizi intranet link

 

Strategie

       
circolari comunicati stampa news archivio


VERSO UNA CITTA’ SOSTENIBILE
VERSO UNA CITTA’ SOSTENIBILE


Intervento dell’Arch. Maria Maselli Servizio Gestione del Territorio Ufficio Pianificazione Comune Calenzano

è attualmente oggetto di una forte attenzione da parte dei soggetti pubblici e privati che operano nel settore. Le tecnologie ecologicamente Il tema della ecosostenibilità e compatibilità ambientale degli interventi urbanistici ed edilizi sostenibili rappresentano un valore culturale profondo in quanto creano differenze e complessità nei luoghi e nei comportamenti che dovrebbero essere alla base degli ecosistemi urbani.
Quando si parla di sviluppo sostenibile generalmente si fa riferimento al patrimonio ambientale ed alla salvaguardia della sua integrità mediante l’uso razionale delle risorse. Va sottolineato che il concetto di sviluppo sostenibile non si esaurisce in quello di protezione dell’ambiente, ma in realtà è uno stile di vita, è la consapevolezza di essere capaci di compiere azioni adeguate per utilizzare, mantenere e tramandare alle generazioni future le risorse disponibili.
In questa ottica è necessario avvalersi di idonei strumenti al fine di poter valutare e verificare la sostenibilità delle azioni di trasformazione del territorio nei confronti delle risorse essenziali dello stesso, come è stato ribadito dalla stessa Legge Regionale n. 5/95 “Norme per il governo del Territorio”.
L'Amministrazione Comunale di Calenzano, volendo indirizzare il proprio sviluppo sociale, territoriale ed urbanistico verso tali criteri, ha redatto, in collaborazione con l'Istituto Nazionale di Bioarchitettura, sezione provinciale di Firenze, le "Linee guida per la pianificazione, l'edificazione sostenibile e per la tutela del territorio", presentate nell'ambito del convegno "Prove pratiche di Bioarchitettura" che si è svolto il 7 giugno u.s. ed approvate dal Consiglio Comunale nella seduta del 28 ottobre.
Con questa iniziativa il Comune di Calenzano ha voluto dotarsi e dotare gli operatori , progettisti e costruttori di uno strumento che contenesse tutte quelle indicazioni tecniche e norme di indirizzo utili ad individuare le modalità di progettazione, realizzazione e manutenzione degli edifici pubblici e privati per renderli conformi ai dettami della Bioarchitettura.
In particolare l'oggetto delle Linee Guida sono i materiali da costruzione bioedili, le tipologie costruttive bioclimatiche, gli impianti che consentono un congruo risparmio energetico, i dispositivi tecnici atti a migliorare le condizioni di benessere psicofisico all'interno degli edifici, i criteri con i quali progettare gli edifici per renderli maggiormente integrati con l'ambiente circostante al fine di ridurre il loro impatto con gli ecosistemi naturali.
Le linee guida sono state articolate in due volumi di cui il primo individua i temi e gli argomenti che necessitano di essere conosciuti ed approfonditi da tutti coloro che intendano avere un quadro esaustivo delle modalità di intervento sostenibile nel territorio. Il secondo volume, più tecnico, individua le modalità e gli strumenti da introdurre nella progettazione per aver diritto agli incentivi ed alle agevolazioni.
Le forme di incentivazione che l'Amministrazione Comunale ha deciso di concedere a quegli interventi progettuali conformi ai dettami delle linee guida si concretizzano, oltre in sconti sempre maggiori sugli oneri di urbanizzazione secondaria, anche in bonus volumetrici per gli interventi di maggiore qualità ecosistemica.
Il contenuto delle Linee guida ha avuto la sua prima applicazione in un intervento che l'Amministrazione Comunale è in procinto di mettere a bando per la sua realizzazione. Si tratta della costruzione di n. 12 alloggi da destinare all'Edilizia Economica e Popolare.
Applicare i principi della Bioarchitettura al territorio vuol dire utilizzare materiali e tecniche che hanno come fine il risparmio energetico, la salvaguardia delle risorse naturali e la tutela della salute, difendendosi dalle fonti inquinanti come il rumore, i materiali tossici ed i campi elettromagnetici naturali ed artificiali. Significa sfruttare al meglio ciò che abbiamo a disposizione e che spesso ci viene dato gratuitamente (acqua).
Le linee guida rappresentano, quindi, una sfida tesa a riqualificare il territorio di Calenzano prestando attenzione ad un corretto rapporto del costruito con l'ambiente esterno, con l'ambiente interno e con le aspettative sociali.

Api Provinciali



- api Arezzo
- api Firenze
- api Livorno
- api Massa Carrara
- api Pisa
- api Siena

Strutture



- ANIEM
- COFIR
- ENTE Bilaterale
- APIFINSER
- SHOWROOM
- Imprenditoria Femminile
- Giovani Imprenditori

Unioni di Categ.



- UNIONMECCANICA
- UNITAL
- UNIONCHIMICA
- UNIONSERVIZI
- UNIGEC
- UNIONTESSILE
- UNIONALIMENTARI
- UNIMATICA
- FAI
- COLLEGIO EDILE TOSCANO

Incontri