REGIONE TOSCANA
APET
ARPAT
CONFAPI
Provincie Toscane
Firenze
Arezzo
Pisa
Livorno
Massa Carrara
Siena
Prato
Grosseto
Lucca
Pistoia
Area riservata
Login
Password

associati

 

Nome e Cognome:

 
 

Indirizzo e-mail:

 
 

Scrivi il tuo messaggio:

 
 
home chi siamo struttura servizi intranet link

 

Circolari

       
circolari comunicati stampa news archivio


Recupero credito d’imposta anni 1992/94: conversione in legge, con modificazioni, del decreto legge 20 /03/2002, n.36. L. 17 maggio 2002, n.96 (G.U. n.115 del 18/05/2002)
Soggetti tenuti a restituire il “bonus”:

- Imprese esistenti alla data di formazione degli elenchi;
- Soggetti che abbiano acquisito per cessione un’azienda o un ramo di questa, dopo il 20 marzo 2002, in sostituzione del beneficiario non più esistente;
- Soggetti che abbiano venduto un’azienda prima del 20 marzo 2002;
- Soggetti che abbiano venduto un ramo d’azienda prima del 20 marzo 2002, se ancora esistenti.
- Successori “mortis causa” (eredi o legatari);
- Società risultanti da trasformazione o fusione di società beneficiarie del “bonus”.

Soggetti esclusi dalla restituzione del “bonus”:

- Le imprese che abbiano definitivamente cessato l’attività ;
- Le imprese che hanno acquistato un’azienda prima del 20 marzo 2002 per il bonus concesso al loro dante causa;
- Soggetti che hanno acquistato un ramo d’azienda se l’impresa cedente ha proseguito l’attività.
Per quanto riguarda gli eredi o i legatari di aziende di autotrasporto occorre evidenziare che non hanno più la possibilità di accettare con beneficio di inventario l’eredità o di rinunciare alla stessa, anche nel caso che la restituzione del bonus provochi un passivo tale da intaccare anche il patrimonio personale dell’erede.
La somma che verrà richiesta sarà quella che i singoli decreti hanno, negli anni, riconosciuto alle singole imprese, a seconda della tipologia dei veicoli in loro disponibilità, per la parte eccedente il contributo riconosciuto dalle stesse disposizioni a favore degli altri autotrasportatori dei Paesi membri della CE.
Entro il 31 Maggio 2002 saranno pubblicati sulla G.U. gli elenchi provvisori delle imprese tenute alla restituzione del bonus fiscale.
Entro il 31 Settembre 2002 saranno pubblicati gli elenchi definitivi. Per eventuali osservazioni e per la produzione di idonea documentazione al Ministero dei Trasporti, il termine utile è stato spostato da 30 a 60 giorni.

Per poter fare ricorso, occorre che questo venga presentato appena avuta la comunicazione di essere nell’elenco delle imprese costrette alla restituzione del bonus. A tale proposito si allega un parere giuridico conforme sulla materia ottenuto da FAI/CONFAPI.
Per quanto riguarda il tempo concesso per restituire la somma dovuta, l’impresa ha a sua disposizione 60 giorni di tempo, e la rateizzazione è stata portata da 24 a 48 mesi.
Cordiali saluti

Api Provinciali



- api Arezzo
- api Firenze
- api Livorno
- api Massa Carrara
- api Pisa
- api Siena

Strutture



- ANIEM
- COFIR
- ENTE Bilaterale
- APIFINSER
- SHOWROOM
- Imprenditoria Femminile
- Giovani Imprenditori

Unioni di Categ.



- UNIONMECCANICA
- UNITAL
- UNIONCHIMICA
- UNIONSERVIZI
- UNIGEC
- UNIONTESSILE
- UNIONALIMENTARI
- UNIMATICA
- FAI
- COLLEGIO EDILE TOSCANO

Incontri