REGIONE TOSCANA
FABRICA ETHICA
TOSCANA PROMOZIONE
ARPAT
CONFAPI
Provincie Toscane
Firenze
Arezzo
Pisa
Livorno
Massa Carrara
Siena
Prato
Grosseto
Lucca
Pistoia
Area riservata
Login
Password

iscrizione newsletter

 

Nome e Cognome:

 
 

Indirizzo e-mail:

 
 

In qualità di:

 
 

Settore di attività:

 
 
home chi siamo struttura servizi intranet link

 

Circolari

       
circolari comunicati stampa news archivio


Sull'attività estrattiva presso Malintoppo. L'assessore Riccardo Conti: 'Conservazione è anche saper progettare bene una cava'
Dopo un lungo lavoro di concertazione svolto dal Comune, d'intesa con Provincia e Regione, è stata definita un'ipotesi di perimetrazione dell'area che verrà discussa in Consiglio regionale e che salvaguarda completamente un calanco 'a rischio', spostando l'attività estrattiva più lontano, laddove non interferisce sul territorio da proteggere.
'La cava di 'Malintoppo è una risorsa da tutelare attraverso un corretto rapporto col territorio della Val D'Orcia'. All'indomani dell'intesa sul paesaggio firmata dal presidente Martini e dal ministro Rutelli che dà alla Toscana norme più chiare e efficaci per la tutela del paesaggio, così dichiara l'assessore regionale al territorio Riccardo Conti rispondendo alle recenti polemiche sollevate a proposito dell'attività presso la cava che sorge dentro l'area naturale protetta della Val D'Orcia, riconosciuta dall'Unesco come patrimonio dell'umanità.
Fatto salvo, tiene a precisare Conti, che nella legislazione e nella pianificazione toscana la destinazione a cava è 'temporanea', in quanto tutta l'attività di escavazione va svolta in funzione del ripristino ambientale e paesistico di un territorio che mantiene le sue destinazioni agricole, a parco, e che, come tale, è 'progettato' negli strumenti urbanistici, 'La Toscana non è una cartolina - conclude - ma una regione moderna fatta di città, bellissimi borghi, attività produttive molteplici, grandi bellezze e grandi tradizioni culturali.
'Si tratta di un caso che certamente non vede un Comune che fa quello che gli pare e una Regione impotente – prosegue l'assessore - Sono due anni che insieme cerchiamo di risolvere al meglio il problema: conservazione e attività. Si chiamano 'Crete senesi': conformazioni geologiche che fanno parte di una identità, insieme ai paesaggi e ai campi coltivati, utilizzate anche per la produzione del cotto.
Si chiama Val D'Orcia, è una terra bellissima in quanto abitata e vissuta. Quale tutela sarebbe possibile in un territorio inerte e imbalsamato?'. Vive, non senza contraddizioni, una sua contemporaneità. Il suo territorio è anche una grande risorsa al futuro e non solo una vestigia del passato. In questa chiave il problema storico-politico è come coniugare conservazione e sviluppo in maniera intima senza abbandonarsi a pratiche furbesche che prevedano i 'lunedì' della conservazione e i 'martedì' dello sviluppo.
Insomma, conservazione è riuscire a progettare bene anche una cava collegata a una fornace storica'.

Api Provinciali



- api Arezzo
- api Firenze
- api Livorno
- api Massa Carrara
- api Pisa
- api Siena

Strutture



- ANIEM
- COFIR
- ENTE Bilaterale
- APIFINSER
- SHOWROOM
- Imprenditoria Femminile
- Giovani Imprenditori

Unioni di Categ.



- UNIONMECCANICA
- UNITAL
- UNIONCHIMICA
- UNIONSERVIZI
- UNIGEC
- UNIONTESSILE
- UNIONALIMENTARI
- UNIMATICA
- FAI
- COLLEGIO EDILE TOSCANO