REGIONE TOSCANA
FABRICA ETHICA
TOSCANA PROMOZIONE
ARPAT
CONFAPI
Provincie Toscane
Firenze
Arezzo
Pisa
Livorno
Massa Carrara
Siena
Prato
Grosseto
Lucca
Pistoia
Area riservata
Login
Password

iscrizione newsletter

 

Nome e Cognome:

 
 

Indirizzo e-mail:

 
 

In qualità di:

 
 

Settore di attività:

 
 
home chi siamo struttura servizi intranet link

 

Circolari

       
circolari comunicati stampa news archivio


Il Documento di programmazione economico-finanziaria per gli anni 2005-2008
Premessa: l’andamento della congiuntura economica

Nel 2003 il prodotto dell’area dell’euro è cresciuto lievemente (0,4%) e al disotto del risultato del 2002 (0,9).

In Italia, nello stesso anno, si è protratta la fase di debolezza ciclica avviatasi dopo l’11 settembre 2001. Il Pil è aumentato lo scorso anno dello 0,3 %. Nello stesso periodo l’economia ha ristagnato nei primi due trimestri, ha avuto un incremento nel terzo e si è bloccata nel quarto trimestre.

L’indagine semestrale ISAE, effettuata nel periodo febbraio-marzo 2004 e rivolta alle sole imprese che hanno svolto attività di investimento nel triennio 2002-2004, ha segnalato a consuntivo per il 2003 una diminuzione degli investimenti delle imprese manifatturiere ed estrattive pari al 3,4% in termini nominali; il calo ha riguardato soprattutto le imprese di piccole e medie dimensioni, mentre la spesa delle grandi imprese è cresciuta di circa il 17%. Per l’anno in corso, le imprese prevedono di ridurre ulteriormente la spesa di circa il 10%; il calo risulta più marcato per le imprese di piccole e medie dimensioni (-13% per entrambe), mentre le grandi prevedono di ridurre la propria spesa del 7,6%, sempre in termini nominali.

Le informazioni congiunturali suggeriscono quindi il protrarsi della debolezza ciclica avvalorando la possibilità che l’attività rimanga debole per tutta la prima parte dell’anno in corso.

Sulla base delle informazioni finora disponibili, nel primo trimestre del 2004, l’Istat ha valutato che il PIL sia cresciuto dello 0,4% rispetto al trimestre precedente e dello 0,8% rispetto al primo trimestre del 2003. Il risultato congiunturale del PIL, secondo l’Istat, è però la sintesi di un aumento del valore aggiunto dell’agricoltura e dei servizi e di una sostanziale stazionarietà di quello dell’industria.

Le stime di crescita dell’economia sono state riviste al ribasso rispetto alle previsioni fatte con il Documento di programmazione economico-finanziaria per gli anni 2004-2007, presentato la scorsa estate. Nel DPEF 2004-2007 veniva infatti previsto che, rispetto ad una crescita tendenziale dell’1,8 per cento, il PIL programmatico era atteso crescere al tasso del 2 per cento nel 2004, con una accelerazione progressiva nell’arco del triennio successivo.

Tale previsione è stata rivista al ribasso con la nota di aggiornamento del DPEF 2004-2007 presentata a fine settembre 2003 in occasione del varo della legge finanziaria da parte del Governo.

In tale occasione la crescita è stata prevista consolidarsi, nel 2004, ad un tasso pari all’1,9 per cento, valore non discosto da quello previsto per l’Area euro.

Il Ministero dell’economia e delle finanze ha presentato il 7 maggio 2004 la Relazione di Cassa trimestrale, il primo importante documento ufficiale governativo dell'anno in corso sugli indirizzi della politica macroeconomica e della finanza pubblica per il 2004, che anticipa e introduce il Documento di programmazione economico-finanziaria (Dpef) 2005-2008, previsto verso la fine di luglio.

La pubblicazione contiene la nuova definizione del quadro macroeconomico di riferimento, con l’aggiornamento delle variabili contenute nei documenti sopra richiamati.

In base alle ultime proiezioni effettuate dal Governo il tasso di crescita del Pil per il 2004 è rivisto al ribasso e si prevede che sarà pari all’1,2%.
Leggi tutto il documento >>

Api Provinciali



- api Arezzo
- api Firenze
- api Livorno
- api Massa Carrara
- api Pisa
- api Siena

Strutture



- ANIEM
- COFIR
- ENTE Bilaterale
- APIFINSER
- SHOWROOM
- Imprenditoria Femminile
- Giovani Imprenditori

Unioni di Categ.



- UNIONMECCANICA
- UNITAL
- UNIONCHIMICA
- UNIONSERVIZI
- UNIGEC
- UNIONTESSILE
- UNIONALIMENTARI
- UNIMATICA
- FAI
- COLLEGIO EDILE TOSCANO