REGIONE TOSCANA
TOSCANA PROMOZIONE
ARPAT
CONFAPI
Provincie Toscane
Firenze
Arezzo
Pisa
Livorno
Massa Carrara
Siena
Prato
Grosseto
Lucca
Pistoia
Area riservata
Login
Password

iscrizione newsletter

 

Nome e Cognome:

 
 

Indirizzo e-mail:

 
 

In qualità di:

 
 

Settore di attività:

 
 
home chi siamo struttura servizi intranet link

 

Circolari

       
circolari comunicati stampa news archivio


Protocollo di intesa Regione Toscana – Banche
A partire dal 1 ottobre 2003 sono state revisionate alcune delle condizioni presenti nel Protocollo di intesa fra Regione Toscana e Banche sottoscritto il 9 dicembre 2002. Tali condizioni verranno applicate fino al 31 dicembre 2004, data della scadenza del Protocollo.

Le banche coinvolte sono rispettivamente:
Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A.
Banca Toscana S.p.A.
Cassa di Risparmio di Prato S.p.A.
Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.
Banca Popolare dell’Etruria e del Lazio S.c.r.l.
Cassa di Risparmio di Firenze S.p.A.
Banca Popolare di Lodi S.c.a.r.l.
Cassa di Risparmio di San Miniato S.p.A.
Cassa di Risparmio di Volterra S.p.A.
Federazione Toscana Banche di Credito Cooperativo S.c.r.l.

Sintesi delle principali condizioni riviste

Per quanto riguarda l’imprenditoria femminile la convenzione “Investire in rosa”, scaduta il 31 dicembre 2002, è diventata ora parte integrante del Protocollo di intesa. Un’importante novità riguarda le operazioni per investimenti, previste dalla Convenzione fino a 5 anni, cui si applicano adesso le condizioni massime previste per quelle con durata fino a 10 anni.
Restano invece invariate le altre condizioni previste da “Investire in rosa”.

Finanziamenti previsti per le diverse tipologie di intervento

Smobilizzo di crediti verso la Pubblica Amministrazione
Il plafond di risorse finalizzato allo smobilizzo di crediti vantati dalle piccole e medie imprese nei confronti di Regione, Enti Locali della Toscana, Aziende sanitarie e ospedaliere (da questi crediti sono esclusi i crediti d’imposta, i contributi, le agevolazioni o altri benefici economici) viene riconfermato in complessivi 50.000.000 Euro.

Agevolazioni
Le risorse predisposte dal protocollo per questo tipo di intervento vengono destinate rispettivamente a:
Ricerca e innovazione(legge598/94)
→300.000.000 Euro

Imprenditoria femminile e giovanile
→200.000.000 Euro

Altre tipologie di investimento delle piccole e medie imprese (ivi compreso l’ottenimento della certificazione di qualità), iniziative previste nel DOCUP 2000-2006 (di cui almeno un terzo destinato alle imprese del settore moda), nonché iniziative previste nel Piano di Sviluppo rurale vengono destinate complessivamente →1.200.000.000 Euro

Finanza innovativa
Il plafond previsto per la concessione di prestiti partecipativi a fronte di progetti di sviluppo aziendale delle piccole e medie imprese è di 15.000.000 Euro per il periodo 2002-2004.

Api Provinciali



- api Arezzo
- api Firenze
- api Livorno
- api Massa Carrara
- api Pisa
- api Siena

Eventi


Strutture



- ANIEM
- COFIR
- ENTE Bilaterale
- APIFINSER
- SHOWROOM
- Imprenditoria Femminile
- Giovani Imprenditori

Unioni di Categ.



- UNIONMECCANICA
- UNITAL
- UNIONCHIMICA
- UNIONSERVIZI
- UNIGEC
- UNIONTESSILE
- UNIONALIMENTARI
- UNIMATICA
- FAI
- COLLEGIO EDILE TOSCANO